chiudi

Istituzioni

Ministero della Funzione Pubblica

VALUTAZIONI, PERFORMANCE, ASSENZE E PRESENZE: LINEE GUIDA E OBIETTIVI GENERALI

download (36)

Target chiari e uguali per tutti in modo da redigere ‘pagelle’ quanto più oggettive, visto che in ballo ci sono premi, per i meritevoli, ma anche sanzioni, fino al licenziamento, per chi incappa in bocciature ripetute. La valutazione delle performance dei dipendenti pubblici è in fase di revisione e il ministero della P.a sta mettendo a punto, in attuazione della riforma Madia, le linee guida per la definizione degli “obiettivi generali”.

continua
Aziende Sanitarie

ASL FOGGIA A TUTELA ORTOPEDIA E CHIRURGIA H. DE LELLIS, MANFREDONIA

bear-medicale-foto-prod10

DIREZIONE GENERALE ASL FOGGIA COMUNICATO STAMPA n. 02/2018

 Ospedale di Manfredonia: solo notizie false e strumentalizzazioni da campagna elettorale

In riferimento alle notizie diffuse a mezzo stampa sulla presunta chiusura dei reparti di Ortopedia e Chirurgia dell’Ospedale “De Lellis” di Manfredonia interviene il Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla.

Niente è cambiato nella programmazione regionale e aziendale – chiarisce Piazzolla – relativamente all’Ospedale di Manfredonia. Ci stupisce che si possa dare spazio a notizie assolutamente prive di fondamento  come queste e ci sconcerta il fatto che si possa dare spazio a persone che, senza alcun ruolo istituzionale, si avventurano in ipotesi fantasiose e in giudizi sprezzanti e forse offensivi, dell’Azienda e dell’Assessorato. Infatti, qualora dovessero ricorrere le condizioni, perseguiremo – aggiunge il Direttore Generale – tali dichiarazioni lesive e inopportune attraverso il nostro ufficio legale che sta valutando questa ipotesi, a tutela dell’Azienda e delle comunità coinvolte”.

L’unica difficoltà oggettiva, peraltro nota e mai sottaciuta, è legata ali’arruolamento di alcune figure professionali introvabili. Tuttavia continuano le attività concorsuali e le procedure relative alle assunzioni, sia per le figure dirigenziali mediche che per i direttori di struttura complessa.

continua
Aziende Ospedaliere

ASSENTEISMO IN AO CASERTA: LICENZIATE MEDICO E INFERMIERA

download (36)

Una radiologa e un’infermiera dell’azienda ospedaliera di Caserta sono stati licenziati per motivi di assenteismo. Lo comunica con una nota la direzione del nosocomio diretto dal manager Mario Nicola Vittorio Ferrante. Una decisione, spiega il comunicato, presa per tutelare “il buon nome dell’Ente”. “L’ospedale di Caserta ha enormi professionalità che vanno valorizzate – dice il manager Ferrante – per cui non saranno più tollerati comportamenti che gettano cattiva luce su tutti i dipendenti. Da quando qualche mese fa mi sono insediato, sto lavorando per riportare in alto l’immagine di questa struttura, che ripeto, ha eccellenze importanti”. A seguire l’iter che ha portato al licenziamento è stato l’Ufficio Procedimenti Disciplinari (Udp); dopo la prima contestazione alle due dipendenti, è stato instaurato il contraddittorio, e al termine l’organismo disciplinare dell’ospedale ha ritenuto di dover comminare la massima sanzione disciplinare prevista.

continua
Aziende Sanitarie

MOBILITA’ VERSO ASL CHIETI? UN MIRAGGIO. ASPETTATIVA NEGATA

miraggio
ABRUZZO. Gli infermieri regolarmente iscritti al collegio di appartenenza e assunti presso una qualsiasi Asl hanno diritto a partecipare a bandi di concorso indetti da altre Asl sia per contratti a tempo indeterminato o determinato.

Ma c’è qualcosa che non va e la strada non è sempre così semplice: lo sanno bene 17 infermieri della Asl di Teramo che, con un contratto a tempo indeterminato in tasca, da diversi anni affrontano quotidianamente 200km (tra andata e ritorno) per recarsi sul posto di lavoro in quanto residenti nella provincia di Chieti.

E loro ci hanno provato a riavvicinarsi a casa: dopo un bando di concorso indetto dalla Asl di Chieti Lanciano Vasto, sono riusciti a superare un colloquio orale e pertanto ad essere ammessi in una graduatoria e successivamente chiamati a prestare servizio.

Ma c’è un inghippo: si vedono negare l’aspettativa non retribuita dalla Asl di Teramo e così non riescono a prendere servizio per l’incarico a termine.

continua
sanità privata

STATO D’AGITAZIONE ALL’H. SACRO CUORE DI GESU’

download (35)

“Stato di agitazione dei lavoratori dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento. Il 29 dicembre i dipendenti hanno tenuto, insieme ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali Uil Fpl e Fp Cgil, con una presenza massiccia di lavoratori non in servizio, un’assemblea dalla quale si è evidenziato il disagio per le condizioni di lavoro.

Prima di tutto è stato espresso grosso rammarico per i carichi di lavoro insostenibili. In particolare nelle Sale Operatorie, non è garantito il cambio di turno per gli infermieri i quali, per le sedute operatorie ordinarie, dovrebbero avere il cambio alle ore 14.00 ma sono costretti a permanere per diverse ore in più perché il personale non è sufficiente a garantire il prolungamento delle sedute stesse.

continua
Aziende Ospedaliere

SUL CASO DEL DG AZIENDA PAPARDO MESSINA, PIOMBA LA PROCURA DELLA REPUBBLICA

vulloRRP_0441-800×445

La Procura della Repubblica di Palermo ha aperto un fascicolo sul caso dei titoli del manager della Sanità, Michele Vullo.

La notizia è trapelata dal Palazzo di Giustizia del capoluogo siciliano, dove i magistrati vogliono fare chiarezza sulla vicenda dell’ex infermiere del Civico di Caltanissetta diventato manager della Sanità, dopo avere ricevuto un incarico all’Azienda Santobono di Napoli.

continua
Europa

FATTURAZIONI, TUTTO IL MONDO E’ PAESE…

STIGMA

Fatturava in modo eccessivo le prestazioni, condannata un’infermiera

La donna sarà costretta a rimborsare 96’930 franchi a quindici casse malattia

GINEVRA – Un’infermiera indipendente di Ginevra è stata condannata dal Tribunale federale (TF) per aver fatturato in modo eccessivo le sue prestazioni. La donna sarà costretta a rimborsare 96’930 franchi a quindici casse malattia. L’importo rivendicato inizialmente dagli assicuratori era di 581’254 franchi.

Nella sentenza pubblicata oggi, il TF si è limitato a prendere in considerazione le prestazioni fatturate nel 2013, mentre quelle risalenti al 2009 e al 2010 sono state considerate cadute in prescrizione. Lo stesso motivo è stato addotto dal Tribunale arbitrale delle assicurazioni di Ginevra per gli esercizi 2011 e 2012.

continua
Aziende Sanitarie

INTERRUZIONE DI PUBBLICO SERVIZIO, LESIONI, MINACCE AI DANNI DI UNA INFERMIERA

cancelli sbarrati

Denunciato dalla polizia per interruzione di pubblico servizio, lesioni personali e minacce per aver aggredito un’infermiera in servizio all’hospice delle Oblate nel complesso di Careggi. Il 45enne, che era agli arresti domiciliari, si era recato nel nosocomio fiorentino per una visita specialistica ma, improvvisamente, sarebbe andato in escandescenza aggredendo la donna. Secondo una prima ricostruzione l’uomo avrebbe prima aggredito verbalmente l’infermiera e poi le avrebbe tirato i capelli. Nella colluttazione la donna avrebbe graffiato al viso l’aggressore.

continua