chiudi

Istituzioni

sanità privata

TEMPO SCADUTO PER IL CCNL SANITÀ PRIVATA

Immagine2
Contratti: Cgil Cisl Uil, 25 settembre presidio nazionale per rinnovo Sanità privata
‘Ora basta, #TempoScaduto’, appuntamento a Roma presso sede Aris

Roma, 20 settembre – In attesa da oltre dieci anni del rinnovo del contratto nazionale, le lavoratrici e i lavoratori della Sanità privata scendono in piazza a Roma martedì 25 settembre per rivendicare un loro diritto. A promuovere questa iniziativa sono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl dietro le parole: ‘Ora basta, #TempoScaduto!’.

La trattativa per il rinnovo del contratto, che interessa una platea stimata pari a circa 150 mila lavoratrici e lavoratori, “procede troppo lentamente e va sbloccata, datori di lavoro e istituzioni facciano finalmente la loro parte: la pazienza é finita”, scrivono le categorie di Cgil, Cisl e Uil in un volantino unitario.

Nel mirino dei sindacati ci sono le controparti, Aiop e Aris, alle quali chiedono una svolta per imprimere un’accelerata alla trattativa. Ed è proprio con questo obiettivo che il presidio di martedì 25 settembre si terrà nei pressi della sede di Aris, in Largo della Sanità Militare 60 dalle 9,30 alle 14, in concomitanza con un nuovo appuntamento del confronto per il rinnovo del contratto.
continua
Ministero della Salute

MIN. SALUTE CHIAMA, FNOPI RISPONDE

Immagine2

Il ministro della Salute incontra la Fnopi:

“Lavoriamo con gli infermieri a provvedimenti concreti:
presto un gruppo tecnico per soluzioni condivise”

Fabbisogno di personale per fare fronte alle carenzee offrire la migliore assistenza possibile, specializzazioni infermieristiche, rispetto degli impegni economici, ma non solo, per valorizzare la professione.

Sono i temi cardine dell’incontro tra il ministro della Salute, Giulia Grillo, e una delegazione della Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi), rappresentata dalla presidente,Barbara Mangiacavalli, e dalla vicepresidente,Ausilia Pulimeno, che si è svolto oggi al ministero della Salute.

continua
FNOPI

CSM, CONSIGLIO FORENSE, FNOPI SOTTOSCRIVONO IL PROTOCOLLO PER L’ALBO DEI PERITI E DEI CONSULENTI TECNICI

Immagine21

COMUNICATO STAMPA

Legge 24/2018: Csm, Consiglio nazionale forense e Fnopi firmano il protocollo

Intesa tra infermieri, magistrati e avvocati per gli Albi di periti e consulenti tecnici. Mangiacavalli (FNOPI): “Una tappa importante per la professione infermieristica”

Protocollo d’intesa tra Federazione nazionale degli Ordini degli infermieri (FNOPI), Consiglio nazionale forense e Consiglio superiore della Magistratura.

Obiettivo: applicare la legge 24/2017 (responsabilità sanitaria)  per quanto riguarda la professione infermieristica con “parametri qualitativamente elevati per la revisione e la tenuta degli albi (dei periti e dei consulenti tecnici tenuti dai Tribunali, ndr.), affinché, in tutti i procedimenti civili e penali che richiedono il supporto conoscitivo delle discipline mediche e sanitarie, le figure del perito e del consulente tecnico siano in grado di garantire all’autorità giudiziaria un contributo professionalmente qualificato e adeguato alla complessità che connota con sempre maggiore frequenza la materia”.

continua
Aziende Sanitarie

ASL NAPOLI 3 SUD: IN ARRIVO 24 INFERMIERI A NOLA E CASTELLAMARE DI STABIA

Immagine10

NOLA – Ventiquattro infermieri in arrivo in due ospedali, quelli di Nola e Castellammare di Stabia. Ad annunciarlo è l’Asl Napoli 3 Sud, che in questo modo ”colma definitivamente – come si legge in una nota diramata dal’azienda sanitaria – la spinosa questione della carenza di personale infermieristico in alcuni importanti reparti dei principali ospedali presenti sul territorio”.

continua
Aziende Sanitarie

ASL TOSCANA CENTRO, ED IO PAGO…: 340MILA EURO DI RISARCIMENTO

Immagine4

EMPOLI. Trecentoquarantamila euro di risarcimento danni, ad una donna che si era rivolta alle strutture dell’ ex Asl 11 di Empoli nel 2012. A stabilirlo è una sentenza del tribunale civile di Firenze, che ha condannato in sede civile l’Asl Toscana Centro (che ha inglobato la vecchia azienda sanitaria empolese).

I fatti sono contenuti in una delibera (la 1298 del 2018) del direttore generale della Asl Paolo Morello Marchese, visibile all’albo pretorio della macro azienda sanitaria. Il 5 settembre 2012 una donna ha notificato all’Asl 11 di Empoli l’atto di citazione in tribunale per la richiesta danni; atto poi preso in carico dal comitato gestione sinistri di Empoli il 21 dicembre dello stesso anno. L’atto di citazione in questione è stato notificato anche ad un medico dipendente della Asl 11. Nella delibera in questione non si fa riferimento a cosa abbia portato alla richiesta di risarcimento, se sia stata una diagnosi sbagliata o un’operazione che è andata male. Si parla, soltanto, di danno non patrimoniale, cioè non al patrimonio ma alla persona stessa. E l’Asl – interpellata in merito per ricostruire la vicenda- non ha ancora fornito informazioni.

continua
Aziende Sanitarie

ASL TOSCANA SUD EST CHIEDE SCUSA PER IL DISAGIO VISSUTO. DIFFIDA DIENTOLOGY IN ARRIVO?

Immagine1

“Relativamente al caso del 77enne con il gesso che non ha potuto usufruire della visita ortopedica al San Donato sabato scorso, la Asl Toscana sud est si scusa con l’uomo per il disagio vissuto, causato in primis dalla concomitanza tra orario di visita e orario per la radiografia (entrambi alle 9,15).”

Con una nota ufficiale l’azienda sanitaria risponde sul caso sollevato da Arezzo Notizie dell’uomo di circa 80 anni che non è riuscito a fare il controllo con l’ortopedico per il piede ingessato da alcuni giorni. L’uomo recatosi in ospedale accompagnato dalla figlia incinta di 5 mesi per le radiografie e la visita di controllo fissata con l’ortopedico, non ha trovato il medico in ambulatorio e nessuno è riuscito dargli una spiegazione sul momento. Dopo aver sporto reclamo e passate quasi 4 ore è tornato a casa.

continua
Aziende Sanitarie

ASL LATINA IN CODA NELLA RICEZIONE DEI FONDI PER LA SANITA’

Immagine1

Sanità, Uil Pensionati: “Asl di Latina quella che riceve meno fondi dalla Regione”

La provincia di Latina è quella che riceve meno fondi per la sanità dalla Regione, se confrontata con tutte le altre Asl laziali. E’ questo quanto emerge da un’analisi della Uil Pensionati Latina Nord che ha elaborato i Rendiconti di Esercizio 2017 (Consuntivi 2017), delle 16 Aziende Sanitarie Locali e Aziende Ospedaliere del Lazio. 

continua
Aziende Sanitarie

INTRAMOENIA IN ASL BRINDISI

Immagine1

LA GESTIONE DELL’ATTIVITA’ INTRAMOENIA NELLA ASL DI BRINDISI

Recenti articoli di stampa hanno fatto riferimento a scarsa trasparenza sull’attività intramoenia delle Asl pugliesi e casi di disavanzo in bilancio a danno dei cittadini. In merito si ritiene di fornire alcune precisazioni per migliorare l’informazione pubblica.

Lo svolgimento dell’attività libero professionale da parte di personale medico e sanitario che ha un rapporto lavorativo alle dipendenze di un’azienda sanitaria locale è sancito dalla normativa nazionale. All’atto della sottoscrizione del contratto di lavoro, il professionista può optare per il rapporto esclusivo o per il rapporto non esclusivo (che consente di svolgere attività libero professionale extramoenia, ossia fuori dalle strutture sanitarie pubbliche, in regime autonomo).

continua
Sicurezza sul Lavoro

GUANTI NITRILE, VINILE, LATEX, LATEX FREE COME DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE

Immagine2

Sicurezza e DPI: Quando e perché bisogna indossare i guanti?

Ce ne sono di migliaia di colori, con composizioni differenti, più o meno resistenti e più o meno sensibili per il tatto. Sono il dispositivo di protezione per eccellenza delle nostre mani, ma a cosa servono e quando si mettono i guanti in emergenza?

C’è chi li mette sempre, dal primo secondo in cui sale in ambulanza, fino a quando non finisce il servizio. C’è chi non li mette mai, c’è chi li mette poco, c’è chi li mette troppo. Qualsiasi sia la vostra attitudine, i guanti da protezione biologica in nitrile, finto latex o latex che equipaggiano le ambulanze del nostro paese sono un dispositivo di protezione individuale estremamente importante, forse il più importante presente e da indossare in determinati interventi sanitari.

continua