chiudi

Istituzioni

Collegi IPASVI Provinciali

PAST PRESIDENT IPASVI CASERTA RISPONDE A 10 DOMANDE SUL COMMISSARIAMENTO DEL COLLEGIO

medicina-di-precisione

Domande e Risposte all’ex presidente Ipasvi Caserta nel merito del commissariamento dell’Ente, delle ultime vicende, della campagna diffamatoria promossa nei suoi confronti.

  • Pubblicano che ci sarebbero gravi irregolarità nei bilanci da lei presieduto sino al Commissariamento. Quali?

Non vi è alcuna irregolarità nei bilanci tant’è che i soldi sia nell’anno 2016 che 2017 sono tutti in cassa basta andare a vedere sul sito www.ipasvi.caserta.it sezione amministrazione trasparente, aperta durante la mia gestione, dove sono pubblicati i bilanci approvati durante la mia gestione Novembre 2014 Agosto 2017.

Se invece si vuole vedere l’irregolarità nell’aver inviato la richiesta pagamento quota annuale 2017 senza l’approvazione del bilancio preventivo 2017 va necessariamente precisato che è stato deliberato dal Consiglio Direttivo con il verbale del 13/04/2017 assumere tale decisione, anche con dichiarazione scritta da parte di 8 consiglieri facenti parte integrante del verbale ad inviare ad horas i MAV per la riscossione delle quote iscritti anno 2017. Va ricordato che il sottoscritto ha proposto nella stessa seduta la riduzione della quota a 45 € visto l’enorme disavanzo, votata contro sempre dai Consiglieri che facevano parte di questa maggioranza.

continua
Aziende Sanitarie

SPARANO SULLA CROCE ROSSA: RAZZIA DI SONDE, CANNULE, ELETTROMEDICALI IN ASL FR

INDAGINI

Furto al poliambulatorio della Casa della Salute di Pontecorvo: stop alle visite diagnostiche e caos tra gli utenti rimandati a casa senza aver fatto le visite.Rubate sonde, cannule e occhiali utilizzati dai medici per eseguite esami diagnostici tramite ecografie, ecodoppler ed esami visivi. Sull’accaduto indagano i carabinieri della stazione di Pontecorvo.
Il danno subito dalla Asl di Frosinone si aggirerebbe sui 25 mila euro.

continua
Ministero della Salute

ISPETTORI MINISTERO SALUTE TORNANO A LORETO MARE HOSPITAL

BIAS1

Ministero della Salute n.       82  del  20    agosto 2017 COMUNICATO STAMPA

Lorenzin invia task force a Ospedale Loreto Mare

Il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin ha disposto l’invio della task force per accertare quanto accaduto a Napoli all’ospedale Loreto Mare dove un giovane ricoverato in codice rosso in pronto soccorso è deceduto dopo aver atteso per ore il trasferimento ad altra

Faranno parte della task force esperti dell’Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), Carabinieri del Nas e ispettori del Ministero della Salute.

continua
Aziende Sanitarie

ACCOZZAGLIA ALL’OSPEDALE DI CASERTA: TUTTI I FALSI DIPENDENTI GESAP

images (4)

Come già espresso i giorni scorsi, tra lo spaghetto alle cozze del Cardarelli e l’accozzaglia di amministratori pubblici contenuta nell’ordinanza del giudice su ASL CASERTA, preferiamo annichilire l’accozzaglia e lasciare in santa pace la cardarel cusine e il suo chef.

Da casertace.it. Tutti i falsi dipendenti dichiarati dalla Gesap nel contratto. L’illuminante comportamento di Caterina Cusano

continua
Aziende Sanitarie

C’E’ DA PORTARE UN CUSCINO IN OSPEDALE

images (1)

Non ci sarebbe nemmeno niente da ridere pur con una lettura ferragostana del fatto. Un paziente ricoverato in una corsia d’ospedale chiede un cuscino supplementare, non disponibile in quel contesto. Come rispondono dal management aziendale al disguido e/o sul disguido?

Opzione 1) “E’ un periodo critico. Verificheremo”;

Opzione 2) “Situazione complessa e di difficile soluzione”.

Di difficile soluzione???

Un cuscino richiede quindi tempo e forse, per la complessità del caso, (in penne d’oca? lattice? gommapiuma? schiuma poliuretanica? memory foam?) sarà complesso renderne uno disponibile prima della dimissioni dell’assistito. Senza parole. Le scuse all’utente non sono sufficienti.

 

continua
Aziende Sanitarie

ASL LANCIANOVASTOCHIETI: NESSUNA CHIUSURA DELLA CHIRURGIA PO ORTONA

1799e8750821f01c49f177eb30ed2ff4

 

Non c’è nessun rischio di “chiusura definitiva” della Chirurgia nell’Ospedale di Ortona, come si legge su organi di informazione che riportano valutazioni approssimative e poco informate di un consigliere comunale. La certezza è invece che la Asl Lanciano Vasto Chieti ha deciso di potenziare le attività chirurgiche e ha disposto a tal fine i lavori di adeguamento della Centrale di sterilizzazione, che serve proprio a garantire i pazienti eliminando i rischi di contaminazione degli strumenti chirurgici e delle attrezzature medicali. Se la Asl avesse intenzione di chiudere le attività chirurgiche, semplicemente non avrebbe investito su di esse e non avrebbe fatto eseguire i lavori.

continua
Aziende Sanitarie

CAUSA LEGALE CONTRO ULSS ROVIGO PER UN CONTRATTO A PROGETTO CHE E’ ANDATO OLTRE…

medicina-di-precisione-770×300

Una questione delicata, un contenzioso in diritto del lavoro per il quale l’azienda sanitaria Ulss 5 Polesana di Rovigo ha scelto di tutelarsi al meglio. Una ex collaboratrice con contratto a progetto sostiene che le sue mansioni sono andate oltre quanto consentito da questa tipologia di rapporto di lavoro, domandando quindi il riconoscimento di un rapporto di lavoro subordinato, con tutto ciò che ne consegue in termini di trattamento economico

continua
Aziende Sanitarie

CONFLITTO D’INTERESSE, AUTORIZZAZIONI, SOSPENSIONE DAL SERVIZIO: IL CASO ASP 5 MESSINA

maxresdefault (1)

L’infermiera è una dipendente dell’Asp 5 ed è anche la presidente di un’associazione locale di donatori di sangue, ma avrebbe assunto tale incarico senza aver richiesto all’Azienda sanitaria provinciale l’autorizzazione per ricoprire ruoli extra-istituzionali. Da qui la sospensione dal servizio.

«Considero tale provvedimento significativamente grave, in quanto viziato sotto il profilo giuridico-normativo, nonché sotto il profilo etico e della ragionevolezza- scrive Giuffrida in una nota inviata a Insanitas a sostegni della dipendente dell’Asp- La legislazione vigente in materia di pubblico impiego non prevede obblighi autorizzativi per incarichi come quello ricoperto dalla dipendente, la quale svolge la carica associativa a titolo gratuito, senza ricevere alcuna retribuzione e in assenza di qualsivoglia profilo di incompatibilità con la propria attività lavorativa, non configurandosi alcun potenziale conflitto di interessi con l’Azienda Sanitaria».

continua
Aziende Sanitarie

ASP SIRACUSA ASSUME 234 MEDICI, 68 INFERMIERI, 18 AMMINISTRATIVI, 29 ALTRE PROFESSIONI

PIL

Siracusa – Ammonta a 234 unità il fabbisogno del personale medico all’Azienda Ospedaliera siracusana. Lo ha stabilito il nuovo piano triennale 2017-2019 approvato dall’Asp 8 con delibera del 30 giugno. Un fabbisogno che sarà coperto attraverso le procedure di reclutamento del personale delle aziende sanitarie, sbloccato di recente dall’assessorato regionale alla Salute. Con il piano triennale del fabbisogno delle aziende, infatti, l’assessorato ha predisposto per l’Asp 8 di Siracusa l’assunzione di 500 unità sia nel settore medico che in quello infermieristico.

continua