chiudi
Senza categoria

INSISTONO…

loc476
18o euro annui di quota associativa. Una onlus. Un affare, da saldi di fine stagione.
 
  • Abboccatura di Rovescio Sanitario Buon giorno avvocato, vedo che continua a seguire la pagina. Stavo giusto per pubblicare un articolo, ma non questo che comunque lascio come da lei pubblicato.  Non postato solo, da parte mia, per evitare che faccia una brutta figura, sempre mio parere personale. Comunque l’ha pubblicato lei. Gradirei per la prossima volta che non pubblichi più niente riguardo a questo argomento per me chiuso; poichè per me e per molti altri che ci hanno scritto e che appoggiano in pieno le teorie di due avvocati di fama nazionale, può bastare e tutto il resto è in più che rimane per la sua professione e per le sue teorie. Adesso la lascio al suo lavoro di avvocato, o forse discuterà la tesi anche lei presso la corte Suprema di Roma tra i 50 fortunati e meritieri avvocati di discuterla per la II volta di seguito???. Se così buona discussione e in bocca al lupo, al contrario invece se non è tra i 50 avvocati su menzionati, buon lavoro. Cordiali saluti.
Giacomo Doglio Giacomo Doglio Aggiungo giusto alcune osservazioni, in risposta alle considerazioni giuridiche espresse in modo improprio. 1) il danno non patrimoniale da demansionamento/dequalificazione non è tabellato e la sua quantificazione è rimessa, ex art. 1226 c.c., al Giudice. Chi dice il contrario, a meno che non intenda sostenere che esso si sostanzi in un danno biologico e/o morale (tabellato come ben sa chiunque), non sa di che parla; 2) il danno all’immagine e alla dignità personale/professionale, che è ben altra cosa dal danno professionale in senso stretto, è un danno non patrimoniale. Anche in questo caso, chi dice il contrario non sa di che parla; 3) la fattispecie astratta del reato di diffamazione si configura anche quando il soggetto passivo del comportamento illecito, per quanto non identificato, sia facilmente identificabile, ad esempio, nell’ipotesi in cui (passando dall’astratto al concerto) centinaia di infermieri abbiano l’esatta contezza del fatto che presso il Foro di Cagliari i contenziosi in tema di demansionamento/dequalificazione promossi con parte soggettiva plurima (=azione collettiva) sono stati patrocinati unicamente dal sottoscritto. Sul resto non ho nulla da aggiungere. Se voi non mi chiamate in causa, stia certa che per me il discorso è chiuso. Vedo piuttosto che Lei ha promosso in dott. Di Fresco come avvocato mentre lui stesso scrive che è iscritto nel registro dei praticanti da 20 anni. Attendo di leggere, come credo tutti i vostri iscritti, una sentenza – una sola – in cui gli infermieri da voi patrocinati hanno ottenuto ciascuno i 50/80 mila euro da voi promessi. Per sua informazione, in Cassazione non vado a chiacchierare ma a discutere le cause (vinte in appello) che il suo Presidente non può trattare. Auguro anche a voi buon lavoro, sperando prima o poi (in questo mi unisco al pensiero dei vostri iscritti) di leggere sentenze di casi da voi patrocinati. Si informi meglio (o studi di più) perché come potrà spiegarle il suo presidente, che in vent’anni di pratica forense avrà certamente assistito come discente a svariati processi del lavoro, davanti al Giudice con le teorie astratte non si vincono le cause. A questo punto La saluto cordialmente, nella speranza che d’ora in poi vi occupiate dei vostri dibattiti senza intervenire oltre sulla mia attività professionale
 
  • Abboccatura di Rovescio Sanitario Mai fatto il suo nome. Le ricordo che non voglio diventare avvocato, voglio solo rimanere una infermiera; non dovro’ spiegare niente al presidente AADI anzi al contrario con umiltà, come fanno anche molti suoi colleghi e magistrati con l’aggiunta di spirito di collaborazione, imparerò proprio dalle sue lezioni il diritto infermieristico è come far applicare la legge nelle realtà ospedaliere. Ripeto chiuda, e mi lasci lavorare. Cordiali saluti. Per favore se vuole portare avanti la sua teoria la faccia sul suo sito o con chi condivide il suo pensiero ma stop qui. Grazie
Giacomo Doglio Giacomo Doglio sarò ben lieto di chiudere nell’esatto momento in cui eviterete ogni riferimento diretto o indiretto al mio lavoro. Punto
 
  • Abboccatura di Rovescio Sanitario Lo faccia in un altra sede. Punto, punto virgola e abbondiamo!!!.
Giacomo Doglio Giacomo Doglio La citazione da “Totò Peppino e la malafemmina” calza a pennello dopo quanto, mio malgrado, sono stato costretto a leggere. Su questo concordo
 
  • Abboccatura di Rovescio Sanitario Complimenti per la conclusione. Grazie

Giacomo Doglio Giacomo Doglio Continua a parlare di me a sproposito e mi costringe a risponderle. Ribadisco che non collaboro in alcun modo con l’IPASVI della Provincia di Cagliari, si informi meglio o almeno legga meglio. Continua a qualificare il dott. Di Fresco come avvocato quando lui stesso scrive di essere un praticante da oltre vent’anni. Abbia la decenza di evitare di continuare a pubblicare falsità. Ancora una volta la invito a comunicare in quale foro italiano AADI ha patrocinato con successo una causa di demansionamento di gruppo. Tirate fuori le sentenze, almeno una…