chiudi

Decentrati

Decentrati

ASL LANCIANOCHIETIVASTO: PROGRESSIONE ECONOMICA ORIZZONTALE PER 2643 UNITA’ PARI AL 74% DEGLI AVENTI DIRITTO

C_4_articolo_2008374_upiImagepp

Dopo otto anni di stop, riparte la progressione economica orizzontale per i dipendenti  del comparto dell’Azienda sanitaria locale della provincia di Chieti. E già con la retribuzione del mese di maggio se ne apprezzeranno gli effetti. Il beneficio, infatti, sarà attribuito a partire dal mese in corso, con valore retroattivo, nel senso che saranno liquidati anche gli arretrati relativi alle 16 mensilità precedenti, nel rispetto dell’accordo integrativo siglato con i sindacati che ha fissato all’1 gennaio 2016 la decorrenza della progressione. La busta paga di maggio, quindi, sarà più “pesante” per 2.643 unità, pari al 74% del personale in servizio alla data dell’1 gennaio 2016, sia per effetto degli arretrati sia della progressione entrata a regime.

continua
Decentrati

UIL FPL SULL’INTEGRATIVO ASP TRAPANI

geolocalizzazione

TRAPANI, 17 MAG – Il segretario generale della Uil Fpl di Trapani Giorgio Macaddino esprime soddisfazione per il risultato conseguito nella giornata di ieri con la firma del contratto decentrato integrativo 2017/2019 da parte dell’Asp di Trapani. “L’importante risultato – afferma – è stato conseguito dopo un serrato ma proficuo confronto con la parte pubblica guidata dal dottore Bavetta che ha portato alla definizione del contratto decentrato integrativo che permetterà a circa 2 mila lavoratori di usufruire di vari incentivi economici”.

continua
Decentrati

PROTOCOLLO D’INTESA SULLE RELAZIONI E SULLE SCELTE ORGANIZZATIVO GESTIONALI TRA ASL FOGGIA E CGIL CISL UIL

Firma-accordo

COMUNICATO STAMPA n. 35/2017 Partecipazione: la ASL e i sindacati confederali firmano un protocollo d’intesa. Al via gli incontri programmati su temi di carattere organizzativo e gestionale

Un protocollo d’intesa è stato siglato, presso la Direzione Generale della ASL Foggia, dal Direttore Generale Vito Piazzolla insieme alle organizzazioni sindacali confederali di CGIL, CISL e UIL.

Finalizzato a coinvolgere attivamente le forze sociali nella elaborazione delle scelte che attengono in modo diretto alla qualità della vita e alla salute della cittadinanza, il protocollo ha, come presupposto, la valorizzazione della partecipazione sociale.

continua
Decentrati

ACCORDO SINDACALE IN AUSL FERRARA: COPERTURA DEL TURNOVER SINO AL 90%

Valutazione.2jpg

Dopo una lunga trattativa i sindacati Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil Fpl hanno finalmente siglato l’accordo con l’Ausl di Ferrara per il piano assunzioni. La firma è arrivata nella giornata di giovedì e si tratta dell’applicazione dell’accordo Regione Emilia Romagna, in relazione alle politiche regionali di innovazione e qualificazione del sistema sanitario per l’anno 2016. L’accordo regionale prevedeva un piano assunzioni per il 2016 con la copertura del turnover al 90% e ulteriori assunzioni aggiuntive per 21 unità del comparto con l’obiettivo principale di abbattere il precariato a favore di assunzioni stabili. A dicembre la firma saltò perché l’Ausl aveva presentato una proposta non in linea con i dettami dell’accordo regionale in tema di stabilizzazioni e risorse aggiuntive, puntando pesantemente sul precariato (contratti a tempo determinato ).

continua
Decentrati

ASL TOSCANA SUD EST: PIATTAFORMA E INTESA CON CGIL CISL UIL

preoccup_bann

Desideri, Dei e Ghelardi, rispettivamente direttore generale, sanitario e amministrativo, a distanza di più di un anno dalla nascita di questa azienda, dichiarano che hanno “bisogno” anche dei sindacati per far partire la macchina sanitaria. E siglano così il 1 febbraio un’intesa con CGIL, CISL e UIL delle tre province.

continua
Decentrati

POSIZIONI ORGANIZZATIVE IN ASL FOGGIA: SOLO TRE SU QUATTORDICI AL RUOLO SANITARIO

3_2
Cinquemila euro a chi si occupa di predisporre le buste paga ai dipendenti, seimila a chi ogni anno ha il compito di stilare l’elenco delle risorse monetarie da assegnare ai lavoratori. Stesso importo anche a chi deve curare le attività per l’espletamento di concorsi e avvisi pubblici. Altri seimila euro, poi, a chi è designato a liquidazioni e non meglio precisate attività varie.
continua