chiudi

Contratti Collettivi

Contratti Collettivi

AGGRAPPATI AL BASTONE E ALLA CAROTA NEL REFERTO CORTE DEI CONTI SUL CCNL SANITA’

Immagine5

Delibera n. 7/SSRRCO/CCN/18 del 5 giugno 2018 Sezioni riunite in sede di controllo 

La contrattazione che verrà?

Per certificare positivamente il contratto, la Corte dei Conti ha passato al setaccio capi, articoli, commi, istituti, è passato dal valutare gli impatti delle relazioni sindacali sulla contrattazione integrativa sino ad approfondire sull’organismo paritetico per l’innovazione, dall’analisi delle quantificazioni economiche fin ai raggi x delle premialità, e redigendo de facto via libera sulla parte normativa e qualche riserva sull’economico.

Un contratto clamorosamente innovativo nelle linee complessive di indirizzo per il decentrato in funzione della garanzia, dell’erogazione e del mantenimento dei Lea

Rumore di fondo “la scelta di destinare la quasi totalità delle risorse destinate alla tornata contrattuale 2016-2018 alla rivalutazione dello stipendio e delle altre componenti della retribuzione aventi carattere fisso e continuativo appare, come già detto, tra l’altro, in contrasto con gli obiettivi di efficienza ed efficacia indicati negli atti di indirizzo”

continua
Contratti Collettivi

LE 21 RAGIONI DEL NO AL CCNL SANITA’ DA PARTE DI CSE

Immagine4

Comunicato Stampa CSE Sanità

Il coraggio di dire NO alla sottoscrizione definitiva del CCNL Comparto Sanità

La CSE Sanità, Federazione delle professioni sanitarie sociali tecniche e amministrative, ha condiviso la decisione della CSE (Confederazione Indipendente Sindacati Europei) di non procedere alla sottoscrizione definitiva del CCNL Comparto Sanità, firmato, invece, da gran parte delle OO. SS. presenti al tavolo dell’Aran (CGIL CISL UIL FSI E FIALS) come aveva condiviso il NO  alla preintesa del 23 febbraio 2018, firmata in tutta fretta per meri scopi elettorali.

continua
Contratti Collettivi

Art. 12 Commissione paritetica per la revisione del sistema di classificazione professionale.

Immagine8

Autoesclusione velenosa. Tafazzi…: “Per realizzare la fase istruttoria di cui al comma 3, in coerenza con le finalità indicate, è istituita presso l’Aran, entro trenta giorni dalla sottoscrizione del presente CCNL, con la partecipazione di rappresentanti designati dal comitato di settore, una specifica Commissione paritetica tra Aran e Parti firmatarie”

TITOLO III ORDINAMENTO PROFESSIONALE

Capo I Sistema di classificazione professionale

Art. 12 Commissione paritetica per la revisione del sistema di classificazione professionale.

Le parti concordano sull’opportunità di avviare il processo di innovazione del sistema di classificazione professionale del personale del Servizio Sanitario Nazionale individuando le soluzioni più idonee a garantire l’ottimale bilanciamento delle esigenze organizzative e funzionali delle Aziende ed Enti sanitari con quelle di riconoscimento e valorizzazione della professionalità dei dipendenti.

continua
Contratti Collettivi

Art. 8 Contrattazione collettiva integrativa: soggetti e materie

Immagine10

CCNL COMPARTO SANITA’

Art. 8 Contrattazione collettiva integrativa: soggetti e materie

La contrattazione collettiva integrativa si svolge, nel rispetto delle procedure stabilite dalla legge e dal presente CCNL, tra la delegazione sindacale, come individuata al comma 3, e la delegazione di parte datoriale, come individuata al comma 4.

La contrattazione collettiva integrativa si svolge a livello di singola Azienda o Ente (“contrattazione integrativa aziendale”).

I soggetti sindacali titolari della contrattazione integrativa aziendale sono:

a) la RSU;

b) i rappresentanti territoriali delle organizzazioni sindacali di categoria firmatarie del presente CCNL.

continua
Contratti Collettivi

CHI DI 49 COLPISCE, DI ART. 64 LETTERA H) PERISCE

art. 19

TITOLO VI RESPONSABILITA’ DISCIPLINARE

Art. 64 Obblighi del dipendente

H) eseguire le disposizioni inerenti l’espletamento delle proprie funzioni o mansioni che gli siano impartite dai superiori; se ritiene che l’ordine sia palesemente illegittimo, il dipendente deve farne rimostranza a chi lo ha impartito, dichiarandone le ragioni; se l’ordine è rinnovato per iscritto ha il dovere di darvi esecuzione; il dipendente non deve, comunque, eseguire l’ordine quando l’atto sia vietato dalla legge o costituisca illecito amministrativo;

continua
Contratti Collettivi

NURSING UP SU RETROMARCIA ARAN STRAORDINARIO OBBLIGATORIO: UN ABUSO

Immagine2

Sanità, Nursing Up: Straordinari obbligatori per gli infermieri nel nuovo Ccnl. Retromarcia dell’Aran vergognosa: per noi è una norma che sancisce un abuso sui diritti dei lavoratori

Roma, 23 mag. – “Nuova spiacevole sorpresa dal Ccnl comparto sanità 2016-2018: sono rispuntati gli straordinari obbligatori per gli infermieri e per gli altri dipendenti del comparto, un vero e proprio abuso. É saltato fuori a sorpresa dal testo l’ennesimo ripensamento dell’Aran su tale norma, fresca di sottoscrizione definitiva dei confederali lo scorso 21 maggio.

Una retromarcia che la dice lunga sul rispetto dei diritti dei lavoratori: argomento non in voga in questo momento storico, e che denota quanto poco stia a cuore ai sindacati stessi che hanno firmato il Ccnl. A questo punto siamo fieri di non averlo fatto una volta di più”.

continua
Contratti Collettivi

CCNL SANITA’, INTERVIENE U.L.S.: GRAVI RESPONSABILITA’ DEI FIRMATARI

Immagine9

COMUNICATO STAMPA

Contratto Sanità, ULS Unione Lavoratori Sanità: “Straordinario obbligatorio e aumento del lavoro precario sono gravi responsabilità dei sindacati firmatari”

Siamo fortemente preoccupati delle nuove condizioni di lavoro che a breve si applicheranno ai dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale a seguito del rinnovo del CCNL comparto sanità pubblica – dichiarano Antonino Gentile e Anna Rita Amato del direttivo nazionale ULS- avvenuto il 21 maggio a Roma presso l’ ARAN. La firma definitiva sul contratto collettivo di lavoro 2016-2018 riguarderà circa 543.000 lavoratrici e lavoratori pubblici e avviene dopo quasi dieci anni di blocco contrattuale.

continua
Contratti Collettivi

STRAORDINARIO OBBLIGATORIO: DOVE’ LA VITTORIA CHE SCHIAVA DEL TESTO CHE L’ARAN CREO’?

Immagine21

febbraio 2018: Lo straordinario diventava  “obbligatorio” nella preintesa contrattuale comparto sanità.

aprile 2018: la massiccia partecipazione agli scioperi induceva l’Aran ad una revisione che ne eliminava l’obbligo.

maggio 2018: nel testo finale ART. 31 COMMA 2 ricompare intatta.

La tanta decantata vittoria si è persa nelle pieghe di un comunicato stampa. Sul punto, tutti muti come pesci.

 

 

continua
Contratti Collettivi

CCNL, FIALS PRAGMATICA: NON POSSIAMO ESIMERCI DAGLI ESITI DELLA COMMISSIONE PARITETICA

Immagine28

COMUNICATO
FIALS, FIRMATO IL CONTRATTO SANITA’

A due mesi circa dalla sigla della preintesa del CCNL 2016-2018 per il personale del Comparto Sanità, oggi in ARAN, dopo il via libera da parte della Corte dei Conti, è stato firmato definitivamente il testo contrattuale che entra, da subito in vigore, con gli arretrati economici ed adeguamento contrattuale economico con la busta paga del prossimo mese di giugno.

La FIALS, in questi due mesi, dopo non aver siglato la preintesa, ha espresso il massimo sforzo per riaprire, in parte, e modificare alcuni istituti contrattuali, dagli incarichi ai fondi contrattuali, ad alcune parti della normativa.

continua