chiudi
CISL

CISL MEDICI LAZIO: “SULLE AGGRESSIONI AL PERSONALE SANITARIO, NON ALLE FAZIONI E AGLI SLOGAN”

Immagine2

riceviamo e pubblichiamo, e commentiamo che condividiamo e che chi ben comincia è a metà dell’opera. (ndr)

“Se mai qualcuno dovesse avere malignamente pensato che la campagna mediatica portata avanti dalla Cisl Medici sulle aggressioni ai sanitari sia stato un modo per avere visibilità spero possa serenamente accendere il proprio cervello e vedere le immagini dell’ambulanza mandata a fuoco da un petardo.

Siamo alla barbarie, in piena inciviltà. Qui non è questione di slogan e di fazioni politiche, qui siamo in guerra. L’opinione pubblica prenda seriamente coscienza di quanto sta accadendo e la classe politica si decida a rimettere il fondo schiena sui banchi parlamentari per approvare immediatamente la legge che inasprisce le pene nei confronti dei delinquenti che aggrediscono i medici e gli infermieri del servizio sanitario nazionale.

Il tempo delle aspettative e delle promesse è finito. Questi episodi vanno repressi e i colpevoli messi in galera. Non stiamo giocando e non vogliamo che altri giochino con la nostra pelle. Tolleranza zero”.

Così Luciano Cifaldi, segretario della Cisl Medici Lazio, commentando in un comunicato l’ennesimo episodio di violenza accaduto a Sassari dove un petardo è stato lanciato contro una ambulanza del 118 che è andata a fuoco appena poche ore dopo che un analogo episodio era accaduto in Campania.