chiudi
Abruzzo

CGIL ABRUZZO SU SANITA’, TERRITORIO, NUOVI BISOGNI DI CURA

biglie-studio-vetro-a-pastelli

E’ utile, soprattutto in una fase di riorganizzazione e trasformazione della sanità abruzzese, confrontare quanto accade in Abruzzo con l’esperienza di altre regioni; discutere come cambiare il modello organizzativo per dare risposte migliori al bisogno di cura dei cittadini. Risultati che per la Cgil Abruzzo si raggiungono anche potenziando la sanità e l’assistenza sul territorio, riorganizzando le risposte a una domanda di cura che cresce e si fa sempre più complessa. Affrontando la stagione del cambiamento tenendo al centro alcune proposte e alcuni orientamenti che il sindacato ritiene necessari per riorganizzare la sanità puntando alla qualità delle prestazioni e dell’assistenza, all’accesso garantito a tutti i cittadini, al fatto che anche questo settore può contribuire concretamente a rilanciare l’occupazione.     

Argomenti al centro del convegno “La riorganizzazione del sistema socio-sanitario abruzzese, più servizi sul territorio per i nuovi bisogni di cura” che la Cgil Abruzzo ha organizzato mercoledì 16 novembre (a partire dalle ore 9, all’Aurum di Pescara) con una partecipazione nutrita e molto qualificata per un dibattito importante su uno snodo cruciale della vita e del futuro di questa regione. Con Sandro Del Fattore, segretario generale della Cgil Abruzzo, all’incontro parteciperanno l’assessore regionale alle politiche sociali Marinella Sclocco; Stefano Cecconi, responsabile nazionale Cgil per le politiche sociali; il direttore dell’Agenzia sanitaria regionale Alfonso Mascitelli; Marina Balestrieri, segretaria della Cgil Emilia Romagna; Gavino Maciocco, docente di medicina di comunità e politica sanitaria all’università di Firenze; Petropulacos Kyriakoula, direttore generale Cura della persona, Salute e Welfare della Regione Emilia Romagna; Carmine Ranieri, segretario regionale della Cgil abruzzese.

http://www.ilpescara.it/politica/sanita-cura-cgil-aurum.html