chiudi
Camera dei deputati

BIOTESTAMENTO SOLO NEL COMUNE DI NASCITA?

Screenshot_20190124-150552_1

“Il biotestamento si potrà fare solo nel Comune di nascita”?

La novità in un emendamento al dl Semplificazioni al Senato.

Lenzi, relatrice della legge sulle Dat, attacca: “Si affossa una norma di civiltà: chi vorrà affrontare un viaggio per andare a consegnare le sue ultime volontà?”

ROMA – “Abbiamo lottato anni per avere una legge sul fine vita, e ora il governo la affossa.

Volutamente.

Hanno presentato un emendamento che la renderà praticamente inutile, inattuabile: spostano i registri del biotestamento dal Comune di residenza a quello di nascita.

E hanno il coraggio di chiamarla semplificazione”.

Donata Lenzi, l’ex parlamentare pd relatrice della legge che consente di scegliere sulle cure e sul fine vita, è sul piede di guerra.


Stamattina, in Commissione Affari costituzionali del Senato, è stata presentata da una decina di parlamentar del Movimento 5 Stelle, in prima linea il capogruppo a Palazzo Madama, Stefano Patuanelli, una proposta di modifica alla norma sul biotestamento. La modifica, inserita in un emendamento al dl Semplificazioni, prevede che, d’ora in poi, le Dat (disposizioni anticipate di trattamento, ndr) possano essere depositate solo nel Comune di nascita, altrimenti rischiamo di non essere considerate valide.

Quanto alle disposizioni già presentate, l’emendamento prevede che tutti i documenti sul fine vita già raccolti nei registri delle singole città vadano rispediti ai Comuni di nascita degli interessati, entro trenta giorni dall’entrata in vigore. Fatto che rischia di creare un ulteriore intoppo burocratico per uno strumento che a tutt’oggi stenta a decollare.

“Una vera assurdità – attacca Lenzi – . Non sempre le persone vivono nel posto in cui sono nate. E allora? Dovranno affrontare un viaggio per andare a depositare le loro ultime volontà? Davvero mi chiedo che senso abbia tutto questo”, conclude, e “non vi leggo altro obiettivo se non l’intenzione di affossare una legge di civiltà che l’Italia aveva faticosamente approvato. L’effetto sarà di limitare l’accesso a un diritto”.

https://www.repubblica.it/cronaca/2019/01/24/news/biotestamento_solo_nel_comune_di_nascita-217344853/