chiudi

cronache

cronache

PEDOPORNOGRAFIA: INFERMIERE DENUNCIATO, SOSPESO, RIAMMESSO AL LAVORO

investigazioni

Oltre 1.500 foto e video con bimbe in pose oscene, violate, costrette a rapporti con adulti. Immagini raccapriccianti, scoperte tra i files segreti del computer del trentino arrestato nell’operazione «Black Shadow». L’accusa per l’uomo, 46enne incensurato di professione infermiere, messo ai domiciliari e subito rilasciato, è di far parte di un gruppo molto attivo in rete nello scambio di materiale pedopornografico.

Attraverso le tracce lasciate on line in un sistema di «instant messaging» criptato, gli uomini del Compartimento della polizia postale del Trentino Alto Adige, coordinati dal vicequestore Sergio Russo, hanno ricostruito un fitto incrocio di contatti: dieci gli arresti, 47 le perquisizioni, 48 le persone complessivamente indagate (una si trova all’estero).

continua
cronache

SEGNALAZIONE ANONIMA IN DIREZIONE SANITARIA: PECULATO ED ESERCIZIO ABUSIVO PROFESSIONE MEDICA

ARIVEDERCI

C’era il loro lavoro «ufficiale» di infermiere nell’ospedale di Vittoria. E c’era quello, sempre di infermiere, nel loro tempo libero, per guadagni extra e con i farmaci prelevati in ospedale; un servizio «all inclusive», come l’ha definito la Squadra mobile di Ragusa che ieri ha arrestato due infermiere di 52 e 51 anni, Ornella Vietti e Franca Tolentino, ora poste ai domiciliari dal gip di Ragusa su richiesta della procura. Entrambe sono accusate di peculato ed esercizio abusivo della professione medica.

continua
cronache

VILLA VARZI, MALTRATTAMENTI A DISABILI: INFERMIERI NEL TITOLO, OSS NEL PROCESSO

shiningpazzia

Maltrattamenti su disabili a Villa Varzi, struttura assistenziale a Galliate (nel novarese): chiesto il rinvio a giudizio per quattro operatori socio-sanitari. Tra di loro c’è ancheRoberto Sante Guidi, 48enne di Buscate. Il caso risale al 16 novembre 2015, quando i Carabinieri di Galliate arrestano, su ordinanza del Gip Federica Profumieri, l’infermiere buscatese e altre due colleghe di 59 e 61 anni per maltrattamenti aggravati e percosse nei confronti di alcuni pazienti della struttura.

I filmati delle telecamere

continua
cronache

SE IN ITALIA SI PIANGE, IN CINA NON RIDONO…

CULLA PEDIATRICA

Stava spingendo nervosamente un passeggino ospedaliero su cui si trovava un bimbo nato da poche ore, ma la sua clamorosa disattenzione ha rischiato di trasformarsi in una vera e propria tragedia.

Questa infermiera che lavora in un ospedale cinese, infatti, nel momento di spingere il passeggino verso una collega, lo ha involontariamente ribaltato, facendo cadere a terra il piccolo.

Le riprese delle telecamere della struttura ospedaliera hanno immortalato la scena: il neonato viene immediatamente raccolto per capire le sue reali condizioni dopo la caduta, che tuttora risultano ignote.

continua
cronache

C’ERA UNA VOLTA ANCHE IN AMERICA…

vkvpS4mOQDdHpECFUgjPB0fEjKy

La scorsa settimana, la rubrica dedicata alle notizie locali a cura della trasmittente statunitense Denver7 segnalava la tragicomica #sospensione di cinque insospettabili #infermiere del Denver Health Medical Centerwere. Le donne in questione erano state dapprima accusate di aver profanato la sacca contenente il corpo di un uomo deceduto con l’intento di ammirare le importanti dimensione [VIDEO]del suo #pene. E in un secondo momento per l’appunto, sono state sospese dal servizio a tempo indeterminato.

Tuttavia, e in seguito alla particolare vicenda che ha coinvolto le infermiere del Colorado, alcuni reporter della Denver 7 non hanno potuto fare a meno di chiedersi: quanto spesso può accadere che dei qualificati professionisti scherzino sui pazienti a loro insaputa e approfittando della loro condizione inerme?

continua
cronache

9 ANNI DI CARCERE: ABUSAVA DEGLI ASSISTITI SOTTO NARCOSI

images (1)

Marsala, abusi a pazienti sotto anestesia: condanna a 9 anni a infermiere

Nove anni di carcere sono stati inflitti dal gup di Marsala Riccardo Alcamo a Giuseppe Maurizio Spanò, 54 anni, l’infermiere accusato di violenze sessuali su pazienti sedati per esami diagnostici effettuati nello studio medico privato di via Sanità, a Marsala, del gastroenterologo Giuseppe Milazzo. Spanò è stato giudicato con rito abbreviato.

continua
cronache

CASA DI RIPOSO ABUSIVA, SENZA LICENZE, SENZA INFERMIERI, SENZA DIGNITA’

galera

Senza licenze nè infermieri. Scoperta una casa di riposo abusiva a Fregene, sul litorale a nord di Roma, priva di personale qualificato per l’assistenza di dieci anziani ospiti. Arrestata la titolare. Venerdì pomeriggio, i carabinieri della stazione di Fiumicino, nell’approfondire le verifiche sull’immobile dove ha sede la casa di riposo, hanno appurato, con l’ausilio del personale specializzato dell’Enel, che tutta la struttura era allacciata abusivamente alla rete elettrica pubblica. L’ispezione dei militari ha permesso di scoprire la presenza, all’interno della struttura, di 10 ospiti, tutti anziani e afflitti da patologie diverse, senza che vi fosse personale qualificato a prendersene cura, se non un inserviente ed una addetta alle pulizie.

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/17_agosto_19/casa-riposo-abusiva-senza-licenze-ne-infermieri-arrestata-titolare-9e76c4d8-84e9-11e7-a2db-15c045197363.shtml

continua
Ministero della Salute

FRITTATA IN ARRIVO? TROVATE DUE POSITIVITA’ AL FIPRONIL

chicken-eggs-in-lab

Ministero della Salute n. 83 del  21  agosto 2017  – COMUNICATO STAMPA Fipronil: analisi su 114 campioni, accertamenti su 2 positivi per individuare cause contaminazione

“Il Ministero della salute, in collaborazione con le autorità sanitarie regionali e il Comando Carabinieri per la tutela della salute ha proseguito nella scorsa settimana un’intensa attività di monitoraggio su uova, prodotti derivati e alimenti che li contengono, sia di provenienza estera che nazionale, per la ricerca di eventuali contaminazioni da fipronil.

continua