chiudi

cronache

cronache

AMBULANZE IN CODICE ROSSO, ROSSISSIMO. TRUFFA AL 118?

Immagine6

Nel mirino delle Fiamme gialle è finita una Onlus che opera nel settore del soccorso in emergenza del 118 e gli accertamenti sono partiti – sotto il coordinamento della Procura – da alcune anomalie che i finanzieri di Tempio hanno rilevato in merito alla convenzione stipulata con la Asl.

continua
cronache

CASO VENTURI: PIZZA CAPRICCIOSA?

Immagine1

Non sarà un’avVenturi. La Procura di Ancona conclude le indagini, e questa non è una bufala. Può ipotizzarsi un rinvio a giudizio ed una sentenza entro le quattro stagioni?

continua
cronache

TU DORMI? IO SCIOPERO

Immagine4

La sfiducia verso il Pubblico Impiego dai furbetti del cartellino ai furbetti del cuscinetto, è conseguenza anche di comparsate come quella annunciata da un sindacalista che anziché prendere le distanze dai dipendenti licenziati che in tre su tre dormivano/sonnecchiavano in contemporanea senza vigilare sugli assistiti loro affidati, annuncia urbi et orbi l’inizio dello sciopero della fame sino al loro reintegro.

Per poter superare la prova costume in vista mare 2019, poteva inventarsene un’altra.

Non perderà un grammo. Di autorevolezza, invece, tanta.

Legittimo provare a ricucire lo strappo da azienda e lavoratori interessati e le determinazioni assunte. È leggermente fuori contesto il mezzo scelto.

Per i disoccupati, il caporalato, il precariato, i dequalificati, gli esposti a rischi di sicurezza, i turni massacranti, i disservizi e la disorganizzazione, non  ci risulta che si sia rinunciato nemmeno a cappuccino e cornetto.

Una volpe.

continua
cronache

INFERMIERI RETRIBUITI PER STARE SVEGLI, MEDICI PAGATI PER DORMIRE. DOV’È L’ERRORE?

Immagine2

Chiamasi guardia passiva, e si traduce in facoltà di dormire non appoggiando la testa sul tavolo ma in camera dedicata e di dominio pubblico. Frutto di un retaggio culturale resistente ad essere spedito in soffitta.

Non si possono difendere gli indifendibili, ma nemmeno retribuire qualcun altro affinché dorma.

Bologna: Pazienti costretti a chiamare centralino: Dormivano in corsia, tre infermieri licenziati

Il provvedimento è arrivato dopo un’inchiesta interna di cinque mesi, partito dalla segnalazione di alcuni dipendenti. Sindacati: siano sanzionati, ma “buttarli in mezzo a una strada è un provvedimento eccessivo”

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/bologna-dormivano-in-corsia-tre-infermieri-licenziati-3556932a-f73b-4b06-aece-329da68717db.html

continua
cronache

PRESTARE IL FIANCO PROFESSIONALE A STRUMENTALIZZAZIONI PARTITICHE? NO GRAZIE

Immagine2
continua
cronache

SAVE THE NURSING ANCHE DAGLI INDIFENDIBILI IN ASL NAPOLI 1

SAVE THE NURSING II
Tutti a parole contro il demansionamento, ma molto stranamente la “sanificazione” del contesto rilevato in ASL Napoli 1 viene strumentalmente eccepita e contestata come di pertinenza infermieristica e con l’avvallo sindacale confederale o autonomo, ma non ha importanza. Ha importanza che poi però si scenda in piazza a manifestare… La ASL Na 1 ha dato un segnale. Per completare il cerchio, alla prova dei fatti sono ora attese le altre entità di riferimento. (ndr)
Un paziente in Rianimazione ha delle formiche sul lenzuolo. I medici dell’ospedale se ne accorgono e chiamano la ditta di pulizie, due infermieri si oppongono e si rivolgono addirittura ai propri rappresentanti sindacali, ritenendo che la questione sia di loro competenza. Si accende una discussione e intanto le formiche restano lì, fino a che il lenzuolo non viene sostituito. È questa la ricostruzione che ha portato l’Asl Napoli 1 a sospendere per 30 giorni due infermieri dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli e per dieci giorni i due sindacalisti arrivati sul posto.
continua
cronache

CLAMOROSO AL GRASSI…

Immagine7

Roma, analisi gratis a parenti e amici: indagati 17 infermieri del Grassi

Una corsia privilegiata riservata agli amici e ai parenti di diciassette infermieri dell’ospedale Grassi di Ostia quando avevano la necessità di fare le analisi del sangue e delle urine. Presto e senza pagare il ticket. Ora gli impiegati della struttura, tutti assunti nel reparto di chirurgia, rischiano di finire sotto processo con l’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato, dopo la chiusura delle indagini da parte della procura.

continua
cronache

DENUNCIATELI

Screenshot_20190511-145939_1

Ci risiamo, e sempre per lo stesso errore di superficialità nell’inchiesta giornalistica e/o per l’esigenza di farsi leggere sbattendo il mostro in prima pagina e arrecando danno ad una intera comunità professione. Chi ha compiuto il delitto del quale è chiamata a rispondere, lo ha comunque commesso a prescindere del titolo di lavoro posseduto. Ma non è una infermiera.

continua
cronache

BAR BALANZON…

Immagine1

Quando la commessa/titolare abbassa la saracinesca e alza il gomito, questo è uno dei risultati. Strabiliante. Segreto distruttorio, e lasciamo lavorare la polizia municipale… Hic!

 

””Ho inviato oggi in Procura, su richiesta del Pubblico Ministero, una memoria per meglio far comprendere lo strisciante pericolo sociale costituito da infermieri che si spingono coscientemente in terreni minati di competenza medica.

Sanno di commettere un reato ma ritengono di poter continuare a fare ciò che vogliono, coperti e incoraggiati da direzioni criminali, senza avere la cultura necessaria.

L’indagine è partita .

Spero sia solo l’inizio e che la Magistratura prenda posizione.

Ora ho il segreto istruttorio .

Invito i cittadini alla TOLLERANZA zero. Denunciate ogni abuso . Ormai tutti girano in camice. Gli ospedali sono diventati zoo in cui più si è ignoranti e più si tenta di darsi un tono.

Non è il camice il tratto distintivo . Del resto lo indossano anche salumieri panettieri e gelatai. Appena potrò dare notizie sulla inchiesta lo farò . Ora Lasciamo lavorare i magistrati .

continua