chiudi

Approfondimenti

Approfondimenti

I SOPRAVVISSUTI DI MATRICE INFERMIERISTICA NELLE SOCIETA’ SCIENTIFICHE

i sopravissuti

MINISTERO DELLA SALUTE

DIREZIONE GENERALE DELLE PROFESSIONI SANITARIE E DELLE RISORSE UMANE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

ELENCO DELLE SOCIETÀ SCIENTIFICHE E ASSOCIAZIONI TECNICO- SCIENTIFICHE DELLE PROFESSIONI SANITARIE AI SENSI DEL DM 2 AGOSTO 2017 *

  1. AICO – ASSOCIAZIONE ITALIANA INFERMIERI DI CAMERA OPERATORIA http://www.aicoitalia.it/
  2. AIIAO – ASSOCIAZIONE ITALIANA INFERMIERI DI AREA ONCOLOGICA http://www.aiiao.it/
  3. AISLEC – ASSOCIAZIONE INFERMIERISTICA PER LO STUDIO DELLE LESIONI CUTANEE http://www.aislec.it/
  4. AIURO – ASSOCIAZIONE INFERMIERI UROLOGIA OSPEDALIERA http://www.aiuro.org/
  5. ANIARTI – ASSOCIAZIONE NAZIONALE INFERMIERI DI AREA CRITICA https://www.aniarti.it/
  6. ANIN – ASSOCIAZIONE NAZIONALE INFERMIERI NEUROSCIENZE http://www.anin.it/
  7.  ANIPIO – ASSOCIAZIONE NAZIONALE INFERMIERI SPECIALIZZATI NEL RISCHIO INFETTIVO http://www.rischioinfettivo.it/home
  8. CNC – ASSOCIAZIONE COORDINAMENTO NAZIONALE CAPOSALA ABILITATI ALLE FUNZIONI DIRETTIVE DELL’ASSISTENZA INFERMIERISTICA http://www.caposala.net/index1.htm
  9. SIAN ITALIA – SOCIETA’ INFERMIERI AREA NEFROLOGICA ITALIA (EDTNA ERCA – EUROPEAN DIALYSIS AND TRASPLANT NURSES ASSOCIATION EUROPEAN RENAL CARE ASSOCIATION) https://www.sian-italia.it/
  10. SISISM – SOCIETA’ ITALIANA SCIENZE INFERMIERISTICHE IN SALUTE MENTALE http://www.sisism.org/
continua
Approfondimenti

GIORNALISMO O SPECCHIETTI PER LE ALLODOLE?

Immagine3

Lavoratrice in buona fede ma ingenua nel cadere nella trappola telefonica di parenti in concorso con giornalisti a sensazione, che senza l’eclatanza di certi “scoop” e certe imbeccate non avrebbero chi li legga. Registrazione occasionale, non voluta, ignari li stessi che hanno azionato il tasto on. (Ndr)

Nel reparto di urologia del Policlinico Umberto I di Roma da oltre un mese mancano gli stent ureterali (i cateteri, ndr). Ai pazienti oncologici che come il signor Franco Giuliani devono sostituirli ogni tre mesi è stato detto che possono comprarseli, oppure aspettare. Ma fino a quando non si sa. “Potrebbero passare ancora dieci giorni, come quindici” risponde un’infermiera alla figlia Debora nell’ultima telefonata avvenuta martedì 30 ottobre. “C’è l’Urp per le rimostranze, più di questo non vi posso dire” conclude l’infermiera.

continua
Approfondimenti

TOR NEGATA

Immagine9

Tor Vergata, il policlinico degli errori medici

ROMA – Per un intervento “demolitore parziale della mammella sinistra”, il Policlinico di Tor Vergata ha riconosciuto un risarcimento di 26mila euro. La demolizione parziale, ovviamente, è avvenuta per errore. Centodiecimila euro l’ospedale li ha versati per la recisione di arteria e vena iliaca di un paziente. Ventiduemila euro per un’operazione realizzata senza informare la protagonista: ha causato disturbi da trattare con farmaci.
continua
Editoriali

47, MORTO CHE PARLA

morto che parla

Insistono, si dimenano scompostamente, terze e quarte linee a spendere le ultime cartucce. Forse stanno realizzando la disfatta su tutta la linea politica.

Accennano:

  • a centinaia di migliaia di professionisti infermieri contro l’accordo Consiglio Superiore della Magistratura, Consiglio Nazionale Forense, Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche sul riconoscimento dell’Infermieristica Forense;
  • a “centinaia di migliaia di professionisti infermieri seriamente danneggiati dalla situazione”
  • a lesa maestà
  • a competenze vanificate
  • a diffide ad agire nel perfezionare l’accordo in protocollo
  • ad essere preoccupati del crollo delle iscrizioni negli Atenei

Si dimenticano:

  • che gli aventi il titolo sono nemmeno un migliaio in  tutta Italia
  • che degli aventi titolo nemmeno qualche centinaio è iscritto negli albi CTU e Periti in tutti i Tribunali
  • che nemmeno qualche decina ha ricevuto mandato dal Giudice di esperire una consulenza o una perizia
  • che stendiamo un pietoso velo sulle perizie e consulenze depositate
  • che i master on line tra un caffè, un giornale, La vita in diretta, uno shampoo, non hanno possibilità di certificazione alcuna sulle competenze acquisite 
  • che i master on line quanto a tutor, tirocinio, tirocinio professionalizzante se effettuato: non pervenuti
  • che le linee guida prima si rispettano e solo poi si prendono eventualmente a riferimento
  • che le leggi dello Stato prevedono Master di II Livello per i laureati magistrali
  • che un accordo di quella rilevanza storica si sigla tra parti istituzionali e rappresentative e non con particelle di sodio in Acqua Lete
  • che magistrati, avvocati ed ordinisti non si faranno certo intimidire da una portavoce di se stessa
  • che si è parlato di Infermieristica Forense più dal 20 settembre 2018 a tutt’oggi che in tutti i tredici anni precedenti
  • che più del crollo delle immatricolazioni, li preoccupa la polverizzazione del loro ruolo nei vari comitati e nelle docenze

Non resterebbe che chiudere il cerchio chiedendo lo stato di calamità naturale per il solo fatto di leggere le stucchevoli e disinteressate interpretazioni sulla tematica.

Per i più distratti, l’obiettivo dell’accordo Consiglio Superiore della Magistratura, Consiglio Nazionale Forense, Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche è: Applicare la Legge 24/2017  sulla responsabilità sanitaria, rispetto alla professione infermieristica, con “parametri qualitativamente elevati per la revisione e la tenuta degli albi affinché, in tutti i procedimenti civili e penali che richiedono il supporto conoscitivo delle discipline mediche e sanitarie, le figure del perito e del consulente tecnico siano in grado di garantire all’autorità giudiziaria un contributo professionalmente qualificato e adeguato alla complessità che connota con sempre maggiore frequenza la materia”.

Ri-punto. (ndr)

continua