chiudi
Contratti Collettivi

ALIQUOTA IRPEF TASSAZIONE ARRETRATI CONTRATTUALI: 27%

Immagine9

Esempio con applicazione aliquota 27%: un lavoratore in D5 ha maturato il diritto ad euro  763,50 lordi. In busta paga troverà l’equivalente netto di euro 557,355. Trattenuta euro 206,145. (ndr)

L’Irpef (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) rappresenta la tassazione cui è soggetto il nostro reddito. Si applica non sull’intero reddito annuo lordo, bensì su una parte di tale reddito (per sapere come si determina si vada alla pagina Esempi calcolo busta paga), detta imponibile fiscale netto o imponibile fiscale o imponibile Irpef o semplicemente imponibile. E’ in sostanza quella parte di reddito su cui si pagano le tasse. Per contro, il reddito lordo, quello che comprende i contributi, si chiama anche imponibile fiscale lordo o imponibile previdenziale o imponibile Inps

L’Irpef costituisce una percentuale della base imponibile, diversa a seconda di quanto sia l’ammontare di tale base. Si utilizza un sistema a scaglioni, con le seguenti aliquote:

 

Scaglione (in €) Aliquota
fino a 15000 23%
da 15000,01 a 28000 27%
da 28000,01 a 55000 38%
da 55000,01 a 75000 41%
oltre i 75000 43%

 

Innanzitutto si stabilisce a quale delle suddette fasce appartenga il nostro reddito imponibile, quindi si applica l’aliquota corrispondente solo sulla parte di reddito che rientra interamente in tale fascia, quella cioè che eccede il limite massimo relativo alla fascia immediatamente inferiore (se ce n’è una). Anche per quest’ultima si ripete lo stesso ragionamento: in caso ci siano ancora altre fasce di reddito inferiore, l’aliquota indicata si applica solo alla quota in essa contenuta, e così via, sino ad arrivare alla prima fascia. Sommando tutti i contributi, uno per fascia, si ottiene la cosiddetta irpef lorda.
Per una maggiore comprensione si rimanda agli Esempi calcolo busta paga

http://www.calcolostipendio.it/contributi_inps_aliquote_irpef_detrazioni_fiscali.html