chiudi
Aziende Sanitarie

ABUSA LEGGE 104 IN ASST PAVIA H. VIGEVANO: TRUFFA AGGRAVATA

Immagine5

Aveva ottenuto il permesso di assentarsi dal lavoro alcuni giorni al mese, in base alla legge 104, per assistere il padre disabile. Invece ne approfittava per compiere viaggi all’estero o dedicarsi all’attività sportiva in località distanti dalla propria abitazione. La donna, una 44enne dipendente dell’Asst di Pavia e in servizio all’ospedale civile di Vigevano, è stata smascherata dai carabinieri e denunciata a piede libero per truffa aggravata.

continua
Approfondimenti

CODICE DEONTOLOGICO PROFESSIONI INFERMIERISTICHE: SETTIMANA DI PASSIONE

immagine 1

Sentimenti contrastanti, è legittimo, alla lettura del nuovo Codice Deontologico Professioni Infermieristiche vigente dal 13 Aprile 2019.

Ma spingersi impunemente a diffamare a mezzo stampa la rappresentanza professionale nazionale e provinciale e gli esperti che hanno collaborato, accostando il lavoro portato a compimento con attività scientemente indirizzare alla violazione dell’art. 479 del Codice Penale “Falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici”, non si può leggere.

Aggiungiamoci, poi, le accuse sconcertanti agli stessi protagonisti di aver “raggirato”  quindi truffato, imbrogliato, giocato sulla pelle e la fiducia di 400.000 infermieri, e tiriamo le somme.

Pensavamo archiviata la stagione del duropurismo da capopopolo ad oltranza.

Errore clamoroso: a volte ritornano,  e non solo sul luogo del “delitto” inteso come vilipendio reiterato all’istituzione.

Una professione intellettuale quale quella infermieristica dovrebbe possedere, (possiede, ndr) autonoma e conclamata conoscenza del funzionamento della vita della propria istituzione ad iniziare dalla comprensione del Codice Deontologico di riferimento. 

Affermare, ipotizzare, insinuare, indirizzare ad una lettura del documento del 13 aprile 2019 come un impianto di precetti punitivi e disciplinari contro qualcuno piuttosto che aperto a  prospettive collettive, universali e universalistiche nell’agire professionale e nel gesto istituzionale di rompere anche con gli schemi del passato “o con me, o contro di me”, è una testimonianza comunque utile.

L’assunzione di un gesto di responsabilità nel ridurre ai minimi termini la sovraesposizione  dell’interlocutore di turno, è una conseguente priorità. 

Profilo basso, contare sino a cento, e adelante. Per i cittadini, per la comunità professionale.

continua
Sindacati

LUCI SULLA CLINICA LUCCIONI

Immagine1
C’è anche la vertenza dell’ex Clinica Luccioni tra le priorità del nuovo governatore della Basilicata. I 29 lavoratori licenziati per la sospensione delle attività hanno
continua
Sentenze

SANT’ANNA, CONA: ASSOLTE

Immagine3
Infermiere assolte dall’accusa di omicidio colposo Due operatrici del Sant'Anna erano a processo per la morte di una paziente avvenuta nel 2013 Dopo sei anni
continua