chiudi
Sindacati

CCNL COMPARTO SANITA’: ULTIMO KILOMETRO O ULTIMO MIGLIO?

bicchiere1
Incontro a Roma tra Aran e sindacati per il nuovo contratto (530mila lavoratori). Si va verso la chiusura a febbraio. Sorrentino (Fp Cgil): “Occorre garantire aumenti non inferiore a 85 euro mensili”

“Ultimo chilometro” per alcuni rinnovi contrattuali del pubblico impiego. Dopo l’accordo del 23 dicembre scorso per gli statali in senso stretto (ministeriali, dipendenti delle agenzie fiscali e del parastato) per il quale – riferisce l’Ansa – è arrivato il parere positivo della Ragioneria generale dello Stato, e dopo l’accelerazione per il comparto della conoscenza (scuola e università), si entra nel vivo anche per gli altri settori. Oggi (martedì 16 gennaio) si è svolto a Roma il tavolo, tra Aran (l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni) ed i sindacati di settore Cgil, Cisl, Uil, Fsi, Fials, Nursing-up. per i 530mila lavoratori della sanità.

La trattativa sembra incanalata nel giusto binario con la chiusura del nuovo contratto prevista per il mese febbraio. Per l’accordo definitivo, sottolineano i sindacati, “si attende il riscontro del ministero dell’Economia in merito alla quantificazione economica relativa agli aumenti stipendiali”.

“Il nostro auspicio – commenta Serena Sorrentino, segretario generale della Fp Cgil – è che si arrivi presto ai rinnovi della sanità e delle funzioni locali, e che si procede celermente anche per quello dell’istruzione e della ricerca, chiudendo così il ciclo di tutti i contratti pubblici”. Entrando nel merito delle questioni, Sorrentino ribadisce che “l’accordo del 30 novembre è stato sottoscritto anche dalle amministrazioni locali: dal punto di vista del trattamento economico, la nostra rivendicazione parte dalla conferma degli impegni di quell’accordo. Occorre, dunque, garantire aumenti non inferiori agli 85 euro medi mensili per la reggenza 2016-2018”.

Per quanto riguarda specificatamente la sanità, il segretario generale Fp rimarca anzitutto la necessità di agire in direzione di “una riorganizzazione dei fondi per la contrattazione decentrata, e di un suo contestuale sviluppo dinamico”. Sempre per il medesimo comparto, Sorrentino sottolinea l’urgenza “della ristrutturazione delle indennità, della revisione del sistema degli incarichi e soprattutto, punto essenziale per la Cgil, la previsione di mantenere la non derogabilità sull’orario di lavoro”

http://www.rassegna.it/mobile/articoli/rinnovo-sanita-traguardo-in-vista

continua
FSI

FSI USAE: SCIOPERO SANITA’ PUBBLICA

estote-parati-2
Il Consiglio Nazionale di Federazione riunitosi, ieri 15.01.2018, presso il Roma Meeting Center ha approvato a larghissima maggioranza, con un solo voto di astensione, la
continua
Sindacati

FIALS E.R./BONACCINI: CONDOTTA ANTISINDACALE

download (35)

FIALS trascina in tribunale BONACCINI“: condotta antisindacale messa in atto dal nostro Assessorato Regionale alla Sanità volto a non far emergere le tante criticità che sono presenti nelle Aziende Sanitarie, a partire dalla gestione dei Pronti Soccorso, dal fenomeno del precariato solo parzialmente affrontato dal recente protocollo regionale sottoscritto dalle Regione con CGIL CISL UIL, dalla strutturale carenza di dotazioni organiche sia nel comparto che nella dirigenza celando tutta una serie di dati e situazione di grande sofferenza delle aziende sanitarie regionali che, come dimostreremo, sono utilizzate solo per esigenze meramente elettorali non andando a risolvere i nodi cruciali accumulatesi negli anni che stanno creando sempre più le condizioni di una crescente privatizzazione della sanità, da una parte, ed una situazione in cui sempre più cittadini non riescono ad accedere ai servizi sanitarie, anche della nostra regione.

continua
Editoriali

EFFETTO DOMINO

Illustration of Row of Falling Dominoes, Digitally Generated Image
Un passa parola spontaneo, autoctono e culturale che catalizza le voci degli infermieri e di altri professionisti sanitari al grido di "siamo codici deontologici, profili
continua