chiudi
Sindacati

CENTRALE STERILIZZAZIONE RIZZOLI BOLOGNA: UIL FPL SU CARENZA PERSONALE ED ESTERNALIZZAZIONE SERVIZI

Immagine7

Comunicato Stampa

“ Rizzoli: Carenza di personale –esternalizzazione del Servizio della Centrale di Sterilizzazione”

La scrivente O.S. tramite il Segretario Aziendale Umberto Bonanno e il Segretario Territoriale Ruiu Christian vuole portare all’attenzione della cittadinanza la grave carenza di personale che da mesi affligge il Servizio di Centrale di Sterilizzazione. L’argomento è stato posto più volte in sede di trattativa con l’Istituto e discusso nelle diverse assemblee con i lavoratori che hanno lamentato forti criticità per il mantenimento degli standard minimi qualitativi delle loro attività causate appunto dalla carenza di personale e non da ultimo anche da macchinari obsoleti .

La carenza è pari a 5 Unità lavorative distinte tra infermieri e OSS su una struttura che dovrebbe essere di 18 Unità. Attualmente, in caso di malattia e/o infortunio ( oppure una semplice richiesta di permesso) potrebbe mettere in crisi il servizio , che fra l’altro in questi giorni ha prodotto numerosi Ordini di servizio per imporre il cambio del turno e garantire la prosecuzione delle attività routinarie.

La Centrale è un servizio strategico per l’istituto a prevalenza chirurgica, che giornalmente movimenta circa 250/300 container che provengono dalla sala operatoria per permettere di effettuare gli interventi chirurgici programmati e in libera professione , produce materiale sterile che deve essere imbustato per tutte le Unità operative , laboratori di assistenza e ricerca. Inoltre, come se non bastasse, ogni giorno bisogna sterilizzare dello strumentario esterno che proviene dalla farmacia utile per determinati interventi chirurgici.
In uno degli ultimi incontri con la Direzione è stato paventata addirittura la possibilità di un’esternalizzazione del Servizio che ci vede assolutamente contrari. Questo perché come segnalato in precedenza il servizio è il fulcro delle attività chirurgiche di un Istituto a caratura Nazionale.
In tutto questo da sottolineare l’assoluta mancanza di progettualità da parte della Direzione Assistenziale che come di consueto, e nonostante le nostre numerose sollecitazioni, latita in un assordante silenzio.

Certi in un pronto e cortese riscontro cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti

Si resta a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento

Il Segretario Aziendale UIL FPL Segretario Territoriale UIL FPL Bologna

Sig. Umberto Bonanno Dott. Ruiu Christian

continua
Aziende Sanitarie

ASL TOSCANA CENTRO, ED IO PAGO…: 340MILA EURO DI RISARCIMENTO

Immagine4

EMPOLI. Trecentoquarantamila euro di risarcimento danni, ad una donna che si era rivolta alle strutture dell’ ex Asl 11 di Empoli nel 2012. A stabilirlo è una sentenza del tribunale civile di Firenze, che ha condannato in sede civile l’Asl Toscana Centro (che ha inglobato la vecchia azienda sanitaria empolese).

I fatti sono contenuti in una delibera (la 1298 del 2018) del direttore generale della Asl Paolo Morello Marchese, visibile all’albo pretorio della macro azienda sanitaria. Il 5 settembre 2012 una donna ha notificato all’Asl 11 di Empoli l’atto di citazione in tribunale per la richiesta danni; atto poi preso in carico dal comitato gestione sinistri di Empoli il 21 dicembre dello stesso anno. L’atto di citazione in questione è stato notificato anche ad un medico dipendente della Asl 11. Nella delibera in questione non si fa riferimento a cosa abbia portato alla richiesta di risarcimento, se sia stata una diagnosi sbagliata o un’operazione che è andata male. Si parla, soltanto, di danno non patrimoniale, cioè non al patrimonio ma alla persona stessa. E l’Asl – interpellata in merito per ricostruire la vicenda- non ha ancora fornito informazioni.

continua
Aziende Sanitarie

INTRAMOENIA IN ASL BRINDISI

Immagine1
LA GESTIONE DELL’ATTIVITA’ INTRAMOENIA NELLA ASL DI BRINDISI Recenti articoli di stampa hanno fatto riferimento a scarsa trasparenza sull’attività intramoenia delle Asl pugliesi e casi
continua